Anche se si dice spesso che la colazione è il pasto più importante della giornata, il tempo che le dedichiamo ogni giorno è sempre meno. Un caffè in piedi la mattina, un croissant al volo o un müesli davanti al computer dell’ufficio non sono valide alternative a una colazione bilanciata, assaporata con calma prima dell’inizio della giornata lavorativa. È solo nel fine settimana che riusciamo a ritagliarci più tempo per una colazione in tarda mattina o per un brunch in qualche localino alla moda.

Ecco allora che entra in scena il brinner! Neologismo formato dalla fusione dei termini inglesi per colazione (breakfast) e cena (dinner), il brinner ci autorizza in qualche modo a gustare a qualsiasi ora del giorno piatti tradizionalmente legati al rito della colazione. Il che però non significa piazzarsi davanti alla TV in tuta da ginnastica e con la ciotola del müesli in mano, ingurgitando apaticamente quantità industriali di cornflakes invece di prepararsi una cena come si deve.

Il brinner va piuttosto inteso come l'abbinamento di due pasti che, fondendosi tra loro, danno vita a un’esperienza gourmand davvero unica. Come per il brunch, che ne è il precursore, anche il brinner nasce dall’idea di associare i cibi tipici di due diversi pasti.

croissant al burro d’arachidi
Il dolce che conquista: difficile resistere a questi croissant al burro d’arachidi. 
Gratin di porridge con carote
Nelle bowl per colazione anche le verdure si sono ritagliate un posto d’onore. Il gratin di porridge con carote ne è un esempio. 

Il brinner propone gustose alternative anche a chi la sera ha voglia di french toast, uova strapazzate con bacon, pancake o porridge. Mentre la mattina abbiniamo questi cibi a un caffè o un’Ovomaltine, la sera ci possiamo concedere un calice di vino o di champagne.

Nel brinner, non ci sono confini rigidi tra dolce e salato, ma si fondono in un nuovo piatto: ecco allora che nella bowl di müesli spuntano le verdure, le cialde dolci si arricchiscono di uova, rucola e pancetta e i gipfeli di una gratinatura al formaggio e di uno squisito ripieno d’avocado e salmone.

I pasti più importanti del giorno e della notte

I buffet della colazione, ma anche quelli del brunch, si concentrano ancora in una determinata fascia oraria della giornata. Di recente alcuni chef creativi si sono presi la libertà di proporre una cucina fusion, svincolandosi dai limiti che imponevano il consumo di un dato piatto in un preciso orario della giornata. Nasce così il brinner.

Nelle metropoli americane e anche nella modaiola Londra sono sorti numerosi locali che offrono fino a tarda sera cibi che siamo abituati a mangiare nelle prime ore del mattino. Anche in Svizzera c’è già qualche ristorante che se non altro ha esteso fino al pomeriggio l’orario di servizio delle colazioni, anche se da noi per ora la moda del brinner non è ancora esplosa. Forse anche perché il brinner fatto in casa con le proprie mani è ancora più buono... 

Brinner: un viaggio tra le colazioni del mondo

Come il brunch ha assorbito sempre più piatti internazionali e contaminazioni dall’estero, anche il «breakfast for dinner» si è dimostrato ricettivo, accogliendo nella propria carta un repertorio di specialità che spazia dalle eggs Benedict, un classico della cucina americana, al pho, una zuppa vietnamita con vitello, pollo o verdura che si mangia a colazione, autentico elisir di buonumore la mattina e sferzata extra d’energia la sera. Tra il popolo brinners cresce anche il numero di appassionati di shakshuka, protagonista di numerosi post sui social network. L’energica specialità di uova, che in Israele servono a colazione, è in un certo senso il piatto caldo da brinner per antonomasia.  

Porridge di tahini, miglio e cardamomo con banane al pistacchio arrostite
I piatti da brinner come il porridge con tahini, miglio e cardamomo impreziosito da banane e pistacchi tostati sconfiggono l’astinenza da viaggio e ci proiettano in una dimensione vacanziera.
Dutch baby con curd al frutto della passione
Brinner, dal dolce al salato: dutch baby al curd di frutto della passione ...
Eggs Benedict
eggs Benedict speziate...
pho bo con micro green
… o un energizzante pho bo con micro green.

Ricette per un brinner

0 commenti

Commento sui social come:
La prima volta che scrivi un commento su Fooby seleziona un soprannome.

Il tuo commento è stato salvato e sarà pubblicato a breve.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

Qualcosa è andato storto durante il salvataggio!