Perché tostare i cibi?

Con la tostatura, le noci rilasciano tutto il loro sapore e i crostini di pane diventano dorati e croccanti. Tostare significa scaldare i cibi ad alte temperature, a volte fino a 300 gradi, per breve tempo e a fuoco vivo, senza l’aggiunta di grassi o di altri liquidi. Questo fa sì che i cibi ottengano il caratteristico colore dorato e rilascino aromi intensi, insieme alle cosiddette sostanze amare, che favoriscono la digestione. Inoltre, la tostatura asciuga i liquidi contenuti negli alimenti e conferisce loro la tipica consistenza croccante. Per via della totale assenza di liquidi impiegati durante la cottura, tostare i cibi non equivale a rosolarli.

Per tostare puoi utilizzare semplicemente il forno o una padella, mentre per grigliare vanno spesso aggiunti grassi o marinature. In entrambi i casi dovrai prestare attenzione a non abbondare troppo con i cibi: tostando le noci, ad esempio, queste dovrebbero essere disposte su un unico strato, in modo da essere scaldate uniformemente.

Consiglio FOOBY Consiglio FOOBY

Tostando i cibi spesso si rischia di bruciarli: per evitare ciò, bisognerebbe sottoporli ad un forte calore iniziale e poi, in un secondo momento, abbassare leggermente la fiamma, mescolando bene e sorvegliando la padella o il forno per tutta la durata della cottura.

Noci tostate per un sapore più intenso

La tostatura è un procedimento che si presta sia per la frutta secca a guscio che per i semi. Grazie alla tostatura pinoli, nocciole, noci, mandorle e semi di sesamo sprigionano tutto il loro aroma. La frutta secca a guscio, se tostata, ci permette di assimilare più facilmente minerali preziosi come il magnesio e il calcio. Questo procedimento tuttavia, riduce la quantità di grassi insaturi e di vitamine in questi alimenti e, per questo motivo, dovresti consumare la frutta secca sia tostata che sia al naturale.

Durante la tostatura, presta sempre attenzione alla temperatura e mescola continuamente i cibi: solo così, infatti, questi si doreranno uniformemente e non rischierai di bruciarli. Puoi tostare la frutta secca anche nel forno. Le nocciole, ad esempio, riescono bene se tostate nel forno: estraile dal guscio e ponile sulla teglia. Dopo la tostatura sarà facile rimuovere la pellicina, ti basterà sfregarla un po’.

Crostini fatti in casa: ecco come tostare il pane

Molti tostano il pane quotidianamente, con il tostapane. Se però vuoi preparare dei crostini, dovrai tostare il pane a cubetti utilizzando il forno o una padella. Nel forno la cottura avviene in maniera uniforme e non corri il rischio di bruciare nulla, in padella invece devi fare attenzione che il pane non annerisca, specialmente se decidi di tostare il pane bianco morbido.

Anche se in teoria il processo di tostatura avviene senza l’utilizzo di alcun tipo di grasso, quando prepari i crostini un filo d’olio può essere molto utile, in quanto farà dorare il pane più lentamente e gli conferirà un sapore piacevole. Se poi desideri aggiungere ai tuoi crostini un po’ di sale o delle erbe aromatiche, con un po’ di olio aderiranno alla perfezione.

Tostare le verdure per il minestrone

Tostare le verdure è un ottimo metodo per esaltare il sapore dei tuoi minestroni. Tostando i peperoni, la zucca, le carote o le patate dolci renderai il loro sapore ancora più buono e intenso. Anche quando tosti le verdure puoi aggiungere un filo d’olio o un po’ di burro per evitare che si secchino troppo o si brucino. Se devi tostare grandi quantità di verdure, il forno è decisamente più indicato rispetto alla padella. I peperoni, in particolare, se tostati al forno rilasciano tutto il loro aroma e, in seguito, sono più facili da spellare.

Le verdure più ricche di acqua, come i pomodori, non si prestano alla tostatura in quanto, durante la cottura, rilasciano molta acqua. Il risultato è, dunque, una cottura in umido, che esalta ad ogni modo il sapore di questa verdura.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!