Taccole, piattoni o piselli mangiatutto?

Questi legumi sottili vengono raccolti presto, in modo tale che i semi all’interno del baccello siano visibili, ma non del tutto sviluppati. In questo stadio il legume, detto taccola, piattone o pisello mangiatutto, è particolarmente tenero. Il gusto tipico delle taccole ricorda quello dei piselli e la loro dolcezza le rende davvero gustose.

Le taccole appena raccolte sono fresche e croccanti: per riconoscerle, basta sfregarne una contro l’altra e se producono un leggero fischio, significa che sono fresche. Quando acquisti le taccole, bada che siano di misura ridotta poiché quanto più sono piccole, tanto più sono saporite. 

Food Facts Food Facts

Le taccole

Famiglia Pisum sativum (Fabacee)
Calorie 68 kcal per 100 g
Valori nutrizionali 10,0 g di carboidrati, 5,0 g di fibre, 0,2 g di grassi, 4,0 g di proteine per 100 g
Stagionalità da giugno a settembre
Conservazione nel cassetto delle verdure del frigorifero
Durata dai 3 ai 5 giorni

Le taccole: da secoli sulle nostre tavole

Le taccole sono note fin dai tempi degli antichi Egizi e degli antichi Romani. Nel Medioevo erano stimate come cibo prezioso e per questo consumato solo dalle classi elevate. Persino Luigi XIV era un estimatore di questi baccelli.

Probabilmente le taccole hanno origine in Europa ed è qui che vengono coltivate e consumate in grandi quantità. La stagionalità delle taccole va da giugno a settembre. Le aree di coltivazione dedicate a questi legumi si trovano soprattutto nella Svizzera tedesca, in particolare nel Canton Turgovia. Le taccole possono essere acquistate anche fuori stagione poiché importate dal Nord America, dall’India e da alcuni paesi dell’Africa.

Tagliare, preparare e gustare le taccole

Le taccole sono facili e veloci da preparare, poiché devono bollire soltanto per pochi minuti. Ad ogni modo, posso essere gustate anche crude, ad esempio in una leggera insalata estiva.

Prima di cuocerle, lavale e rimuovi i nodi delle foglie e le parti più dure. Per facilitare e velocizzare il lavoro, posizionale una sull’altra, oppure una accanto all’altra, in modo da effettuare un taglio netto unico. Sui lati le taccole presentano dei sottili filamenti, difficili da masticare che andrebbero quindi preferibilmente rimossi: per farlo, aiutati con un piccolo coltello affilato.

Ora puoi scegliere se cuocerle per intero oppure se tagliare le taccole a pezzetti, posizionando il coltello leggermente di sbieco. Ricorda di sbollentare le taccole in pentola soltanto brevemente: immergile in acqua bollente per uno o due minuti così da preservare il loro colore verde brillante. Una volta sbollentate, puoi anche pensare di congelare le taccole. In questo modo potrai gustarle anche fuori stagione. Le taccole si sposano con tanti sapori diversi e puoi aggiungerle a tante ricette: nelle zuppe, nelle padellate di verdure miste, nei piatti asiatici o semplicemente come contorno al pesce o alla carne.

Le taccole: cosa si cela in questi dolci legumi

La migliore qualità delle taccole non è tanto il loro meraviglioso sapore, è piuttosto il loro alto contenuto di sostanze nutritive. Oltre alla vitamina C, le taccole apportano anche la provitamina A, l’acido folico e sali minerali come il potassio, il fosforo e il magnesio. Il loro gusto così dolce è dovuto alla presenza di zucchero e di carboidrati al loro interno. È per questo motivo che le taccole sono più caloriche di altre verdure.

Ciononostante, in un’alimentazione equilibrata, le taccole apportano molti benefici al corpo poiché sono ricche di proteine e di fibre, ma povere di grassi. Il estate le taccole, dolci e gustose, dovrebbero essere sempre sulle nostre tavole.

Ricette adatte

Consigli adatti

Contenuti adatti

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

culinariaSpeichernFehlgeschlagen