Tutto quello che c’è da sapere sul rosmarino

I rami del rosmarino, caratterizzati da aghi verde scuro, ricordano quelli dell’abete. Questa erba aromatica, che viene utilizzata principalmente nella cucina mediterranea, non dovrebbe essere utilizzata soltanto nelle occasioni speciali poiché questa spezia versatile arricchisce ogni pietanza: il rosmarino conferisce all’olio un aroma intenso, dà ai piatti vegetariani una nota decisa e aromatica e si sposa bene con molte ricette a base di carne o di pesce. Le patate al rosmarino sono un contorno classico e, di certo, le erbe della Provenza non avrebbero gli stessi profumi senza il rosmarino.

Il rosmarino ha un profumo che ricorda l’abete rosso, il pino e l’incenso. Il sapore è piacevolmente acre e leggermente pungente. Ricorda un po’ sia la canfora che l’eucalipto. L’aroma dei rami freschi raccolti durante o subito dopo la fioritura è particolarmente intenso.

Food Facts Food Facts
Famiglia Lamiacee
Principi attivi olio essenziale, sostanze tanniche e amare
Stagionalità in Svizzera, da metà aprile a metà ottobre
Conservazione il rosmarino fresco, in frigorifero; il rosmarino secco, in un contenitore a chiusura ermetica
Durata fresco, circa tre settimane in frigorifero; secco, fino a un anno

Il rosmarino: mito e origini

Il rosmarino proviene dalle regioni del bacino mediterraneo ed è tipico della cucina mediterranea. È un arbusto sempreverde che può raggiungere i due metri di altezza. I suoi fiori commestibili sono piccoli, delicati e di un colore che varia dal blu al viola. Il rosmarino può essere coltivato benissimo in vaso sul balcone o sul davanzale di una finestra, nonché nel giardino di casa. Ha stagionalità nei mesi caldi, ossia tra metà aprile e metà ottobre, ma a seconda delle condizioni metereologiche le piccole foglie di rosmarino possono essere raccolte tutto l’anno.

Si dice che il rosmarino abbia un potere curativo e altre proprietà. Si narra che nell’antica Grecia fosse dedicato ad Afrodite, dea dell’amore e della bellezza. Oggi è apprezzato soprattutto per il suo profumo e viene utilizzato come erba aromatica sia nei piatti salati che nei dolci.

Insaporire i piatti con il rosmarino

Il rosmarino può essere consumato sia fresco che secco. Se si cucina utilizzando i rametti interi, questi devono essere rimossi dopo la preparazione. Gli aghi, tuttavia, possono essere tranquillamente gustati interi o sminuzzati. Il rosmarino è noto soprattutto come ingrediente per la marinatura della carne, come spezia da aggiungere al burro o all’impasto del pane alle erbe, e in combinazione con le patate.

È assolutamente consigliato provare anche pasticcini, dolci e bevande al rosmarino. Vale la pena, ad esempio, condire una torta di mele o alle ciliegie con un pizzico di rosmarino: questa spezia verde scuro dona alle torte più classiche una nota del tutto nuova e interessante. La tisana al rosmarino, che si dice stimoli la circolazione, o un rametto di rosmarino in una limonata o in un long drink sono una vera esplosione di gusto. L’aroma intenso e delicatamente aspro del rosmarino si sposa perfettamente con il sapore di queste bevande.

Ricette adatte

Consigli adatti

Contenuti adatti

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

Qualcosa è andato storto durante il salvataggio!