Essiccare: un antico metodo di conservazione

L’essiccazione è uno dei più antichi e semplici metodi di conservazione del cibo. Al giorno d’oggi non è più così indispensabile ma, nel caso in cui si possedesse un piccolo orto, si potrebbe pensare di essiccare il raccolto per far sì che i prodotti durino a lungo, oppure di metterli in conserva. Il processo di essiccazione permette di prolungare la scadenza dei cibi poiché gli alimenti vengono privati della loro umidità mediante il calore a cui sono sottoposti, impedendo così ai batteri e ai microorganismi di prolificare.

Per essiccare gli alimenti non sono necessarie temperature molto alte, anzi: con temperature tra i 30 e i 60 gradi l’essicazione riesce perfettamente. Prima di procedere, ogni ingrediente deve essere tagliato finemente, meglio ancora se a fettine. Se ad esempio vuoi essiccare le mele, dovresti tagliarle in fette di circa 5 millimetri di spessore.

Consiglio FOOBY Consiglio FOOBY

Se vuoi conservare a lungo gli alimenti essiccati, presta attenzione a quali contenitori utilizzi; ricorri soltanto a barattoli con chiusura ermetica per proteggere il cibo dall’umidità e riponili in un luogo fresco e al riparo dalla luce. I contenitori più adatti a questo scopo sono i vasetti con il tappo a vite, ma anche i contenitori di plastica o di ceramica. In alternativa, possono essere utilizzati anche i sacchetti di alluminio, a patto che si possano chiudere bene; quelli di stoffa, invece, andrebbero evitati, in quanto sono traspiranti e permettono all’aria di penetrare negli alimenti.

Essiccare i cibi: tutti i vantaggi

Al giorno d’oggi l’essiccazione non è più l’unico metodo per conservare gli alimenti: il frigorifero e la possibilità di importare cibi freschi da tutto il mondo ci permettono di assaporare gli alimenti che amiamo tutto l’anno. Sono, però, sempre più numerose le persone che desiderano utilizzare prodotti locali; e per questo l’essicazione è un buon metodo per gustare i prodotti ortofrutticoli anche fuori stagione.

Oltre a conferire agli alimenti un sapore più intenso, l’essiccazione, se posta in confronto con la tecnica del mettere in conserva, preserva integralmente il contenuto di minerali e vitamine degli alimenti. La frutta, la verdura, la carne e il pesce secchi sono una soluzione ideale anche per chi ama le escursioni, in quanto facili da trasportare. Essiccando i tuoi alimenti in casa, sarai inoltre sicuro di beneficiare di prodotti sani, senza l’aggiunta di conservanti o di altri additivi.

Essiccare senza l’essiccatore

In linea di massima, gli alimenti possono essere essiccati semplicemente con una prolungata esposizione all’aria aperta, senza l’utilizzo di attrezzature specifiche. In particolare, se desideri essiccare le erbe aromatiche, potrai farlo tranquillamente senza alcun macchinario. Tuttavia, a causa delle temperature non costanti e del tempo necessario, questo metodo non è adatto all’essiccazione di frutta, verdura e carne che, anziché essiccarsi, finirebbero col marcire. Il clima estivo è quello più adatto per l’essiccazione all’aria aperta, ma è necessario dotarsi di protezioni per il cibo contro gli insetti.

Se vuoi essiccare i cibi, ma non disponi di un essiccatore, puoi utilizzare il forno. Imposta la funzione per la cottura ventilata e lascia lo sportello aperto per permettere la circolazione dell’aria. Tuttavia questo metodo non permette di impostare una temperatura precisa e comporta, inoltre, consumi elevati considerato il tempo necessario per completare il processo.

Essiccare con l’essiccatore

Se provando ad essiccare degli alimenti utilizzando il forno sei rimasto piacevolmente colpito dal risultato, potresti considerare l’acquisto di un essiccatore. Con un essiccatore avrai infatti la possibilità di regolare la temperatura con precisione, consumare poca energia e assicurare un’adeguata circolazione dell’aria.

Gli essiccatori sono dotati di graticole che permettono di riporre gli alimenti su più piani. Grazie alla temperatura costante e al ricircolo dell’aria, puoi essiccare le fettine di mela a 50 gradi in circa 7 o 10 ore. Essiccare l’ananas a fette o a cubetti richiede invece una temperatura di 60 gradi e fino a 14 ore.

Dopo l’essiccazione

Gli alimenti correttamente essiccati dovrebbero contenere circa il 10, massimo il 15 per cento di umidità per essere conservarti a lungo. Se però desideri essiccare i tuoi cibi per consumarli come spuntino, possono contenere una maggior percentuale d’acqua, in modo da essere più appetitosi e morbidi. Per la conservazione di alimenti come i funghi, invece, è necessario rimuovere gran parte dell’acqua contenuta al loro interno. All’occorrenza potrai comunque reidratarli mettendoli in ammollo.

Quali alimenti si possono essiccare?

·         Frutta

·         Verdura

·         Funghi

·         Spezie

·         Cereali

·         Noci

·         Carne

·         Pesce

Related Tags

Connectez-vous s’il vous plaît.

Connectez-vous à FOOBY avec votre identifiant Supercard pour pouvoir profiter de toutes les fonctionnalités et avantages du site.

Sélectionnez les livres de cuisine:

Ce livre de cuisine existe déjà.

Supprimer ce contenu définitivement?

Êtes-vous sûr que vous voulez supprimer ce contenu de tous vos livres de cuisine?

Enregistré!

culinariaSpeichernFehlgeschlagen