Tutto sul timo

La lista delle pietanze da poter aromatizzare con il timo è lunga e fitta: dagli insaccati alle ricette a base di verdure e pomodori, fino al gelato. La tisana al timo è molto apprezzata non soltanto per il suo sapore deciso e al contempo delicato, ma anche per le sue proprietà curative antinfiammatorie e digestive.

Il timo è diffuso e amato specialmente nei paesi del Mediterraneo così come il basilico, la lavanda e l’origano. Piccola pianta sempreverde, con foglioline verdi e fiori lilla e rosati, il timo cresce anche nei paesi del Nord Europa e può essere utilizzato sia fresco che secco. Il suo sapore ricorda molto quello della maggiorana, dal profumo fresco ma intenso. L’aroma varia a seconda della varietà di timo: ad esempio, il timo limone è caratterizzato da una nota citrata. 

Food Facts Food Facts

Il timo

Famiglia Thymus (Lamiacee)
Componenti timolo, potassio e calcio
Stagionalità da maggio a settembre
Conservazione il timo fresco, nel frigorifero; le foglie secche in un contenitore ermetico, in un luogo fresco e al riparo dalla luce
Durata fresco fino a 2 settimane; secco da 1 a 2 anni

Origine e caratteristiche del timo

Il timo è conosciuto fin dall’antichità. L’origine del timo non è ancora certa, pare però che sia nato nell’area del Mediterraneo. Nel Medioevo si credeva che il timo avesse la capacità di rendere più coraggiosi: l’etimologia del nome deriva dal greco «thymos» e significa, di fatto, «coraggio» e «forza».

La pianta non necessita di cure particolari, cresce anche in terreni aridi e la si può coltivare in vaso sia sul balcone, sia sul davanzale della finestra. Se hai grandi quantità di timo fresco, puoi congelarlo o farlo essiccare, ma ricorda che in questo modo il suo aroma diventerà ancora più intenso. Il sapore del timo cambia anche a seconda di quando si effettua la raccolta: in estate, poco prima della fioritura, questa pianta pluriennale e resistente al freddo è ancora più profumata. 

Come usare il timo in cucina

In cucina, escluse le radici, possono essere impiegate tutte le altre parti del timo. Le foglie del timo sono quelle più utilizzate e non vengono rimosse dai rametti, nemmeno prima di servire il piatto in tavola. Il timo è molto amato anche nella cucina francese ed è l’ingrediente principale delle miscele di erbe più usate come le erbe fini, il bouquet garni e le erbe di Provenza. Come è noto, il timo ha proprietà digestive, dunque viene spesso accostato a pietanze molto grasse o che provocano gonfiore, come gli arrosti e i legumi.

Se vuoi sperimentare delle nuove ricette con il timo, prova a mescolarlo con i pomodori, l’aglio, le melanzane e le zucchine perché è con questi ingredienti che sprigiona al meglio il suo aroma. In alternativa, puoi anche provare a sostituire la maggiorana e il rosmarino con il timo. Prova anche a creare la tua miscela di spezie preferita e otterrai un sapore unico e multisfaccettato.

Un’idea per una ricetta facile e veloce è la pesca grigliata con timo e rosmarino. Per prepararla, taglia una pesca a metà, rimuovi il nocciolo e cospargi entrambe le superfici con del miele, foglie di timo e qualche ago di rosmarino. Infine arrostisci la pesca così condita in forno per circa cinque minuti e servila con una pallina di gelato: il tuo dolce è pronto!

Ricette adatte

Consigli adatti

Contenuti adatti

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

Qualcosa è andato storto durante il salvataggio!