I ravioli: molto più che cibo in scatola!

I ravioli con la salsa di pomodoro sono fra i primi cibi in scatola a base di pasta comparsi sugli scaffali di molti supermercati svizzeri ed europei: il boom economico degli anni ʽ60 ne ha scatenato la popolarità e, ancora oggi, sono uno dei pasti pronti più consumati. Ecco perché spesso questa specialità non gode esattamente di una buona fama. Tuttavia, non si dovrebbe pensare ai ravioli come a un piatto senza sapore, da consumare in tutta fretta. Gli amanti del buon cibo infatti, sanno bene quanto i ravioli fatti a mano siano una vera prelibatezza: sono delle piccole tasche di pasta ritagliata a rettangoli, a triangoli o a dischi sovrapposti, farciti nei modi più disparati. Difatti, il ripieno dei ravioli può essere composto da carne, pesce, verdure, funghi, formaggio fresco o stagionato.

Sapevi che i ravioli sono stati preparati per la prima volta nel Medioevo in Italia? Originariamente pare siano nati come una soluzione per consumare gli avanzi del giorno prima, per questo venivano farciti con carne, pesce, pane o verdure a seconda di quello che la dispensa aveva da offrire.

Foodfacts Foodfacts

I ravioli (con ripieno a base di carne di manzo)

Macronutriente

Carboidrati

Calorie

182 kcal per 100 g

Valori nutrizionali

25 g di carboidrati, 1,5 g di fibre, 4,5 g di grassi, 9 g di proteine per 100 g

Conservazione

I ravioli freschi, in frigorifero

Durata

In frigorifero, per 2 o 3 giorni

Fare i ravioli in casa

Non servono molto tempo e tanti ingredienti per preparare l’impasto dei ravioli: bastano soltanto sale, uova e farina. Per prepararne una quantità per quattro persone, mescola circa 400 grammi di farina con 4 uova e lascia riposare il composto per mezz’ora, coprendolo prima con un panno. Una volta trascorso questo tempo, stendi l’impasto su una superficie cosparsa di farina e ricava dei dischi della misura di circa cinque centimetri di diametro. Per ottenere dei cerchi tutti uguali fra loro, puoi aiutarti con uno stampino o con un bicchiere. Successivamente posiziona un cucchiaino di ripieno al centro di ogni disco e ripiega la pasta su sé stessa, schiacciando delicatamente i bordi dei ravioli con una forchetta. I ravioli sono quasi pronti, basta soltanto cuocerli per due o tre minuti in acqua salata.

I ravioli: piccoli trucchi per un impasto perfetto

Durante la preparazione dell’impasto, bisogna far sì che all’interno dei ravioli non venga incorporata troppa aria. L’aria potrebbe infatti provocare l’apertura o la lacerazione della pasta durante la cottura, causando la fuoriuscita del ripieno. Per evitare che questo succeda, elimina con le dita le eventuali bolle d’aria nell’impasto. Sarebbe inoltre meglio evitare che la farina finisca all’interno dei ravioli, altrimenti le due metà di pasta potrebbero non aderire bene l’una all’altra, pregiudicando la riuscita del piatto. Per una maggiore tenuta dei ravioli, puoi inumidirne i bordi con qualche goccia d’acqua o con un po’ di tuorlo d’uovo.

La forza dei ravioli è tutta nel ripieno

La grande sorpresa dei ravioli è nel ripieno: è il modo in cui vengono imbottiti, infatti, a renderli così eclettici: puoi creare il ripieno a seconda dei tuoi gusti e delle tue preferenze, dando libero sfogo alla fantasia. Dunque, oltre al classico ripieno con la carne e il pomodoro, esistono possibilità pressoché infinite. Che ne pensi ad esempio di un ripieno con la zucca? E di uno con barbabietola e zenzero? Per i ravioli niente è impossibile: puoi sperimentare ripieni sia dolci che salati.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

culinariaSpeichernFehlgeschlagen