Il porro: dolce e aromatico

Il porro è una tradizionale verdura da minestra e viene infatti impiegato in tutte le ricette di minestrone. Tuttavia, grazie al suo sapore dolce e aromatico, ha mille usi diversi: mescolato finemente ad altri ingredienti o come delicato contorno della portata principale, il porro conferisce al piatto una lieve piccantezza, dovuta alla parentela con l’aglio e la cipolla. Inoltre il porro contiene un’alta quantità di vitamina C, vitamina K, acido folico e sali minerali come potassio, magnesio e ferro. Dato il basso contenuto di calorie, il porro può essere consumato regolarmente.

Food Facts Food Facts

Il porro 

Famiglia Porro (Liliacee)
Calorie 30 kcal per 100 g
Valori nutrizionali 3,7 g di carboidrati, 2,8 g di fibre, 0,3 g di grassi, 1,6 g di proteine per 100 g
Stagionalità tutto l’anno
Conservazione in cantina o in frigorifero
Durata 1 o 2 settimane

Il porro: amato da migliaia di anni

È da millenni che il porro è parte integrante dell’alimentazione dell’uomo. La prima testimonianza scritta sull’esistenza di questo ortaggio è stata ritrovata in Egitto e risale al 3'200 a. C. Tuttavia, secondo alcune scoperte archeologiche, pare che il porro venisse utilizzato ancora prima di quella data. Ad ogni modo, è difficile stabilire con precisione quale sia la sua origine, ma si pensa sia nato nelle isole britanniche o nelle aree del Mediterraneo.

Dato che esistono diverse tipologie di porro, questo non ha stagionalità precisa, bensì è reperibile tutto l’anno. Il porro estivo è molto tenero e delicato, dal colore verde chiaro. Il porro invernale, di contro, appare più compatto e presenta foglie più spesse; ha un sapore intenso e lo si può conservare a lungo.

Zuppe, sformati, o con il pesce: la versatilità del porro

Il modo più classico di preparare il porro è quello di aggiungerlo ai minestroni e alle zuppe. Se mescolato con un po’ di panna, diventa una squisita salsa di accompagnamento, ma è perfetto anche negli sformati. Il sapore del porro esalta formaggio, prosciutto o speck e spicca nelle torte salate: puoi unirlo alla pasta sfoglia o alla pastafrolla, ma puoi anche preparare un pane gustoso mescolando all’impasto il porro, dei cubetti di prosciutto, le uova, il formaggio e della panna.

Il gusto del porro si sposa molto bene con il sapore del pesce, grazie al suo aroma delicato. Ad esempio, puoi preparare una salsa con panna, porro e salmone a pezzetti per condire un piatto di pasta oppure puoi preparare un filetto al cartoccio, con fettine di limone e di finocchio a cui il porro conferirà un piacevole aroma, senza essere predominante come la cipolla.

Consigli per pulire il porro

Preparare il porro non è un’operazione difficile. Che tu voglia tagliarlo in forma di piccole rondelle o a pezzettini, i passaggi sono gli stessi: dopo averlo pulito dal terriccio, basta rimuovere le foglie più esterne, lavare il gambo intero e poi tagliarlo nel modo che preferisci.

Per eliminare perfettamente tutto il terreno che spesso resta tra le foglie, taglia il porro longitudinalmente quasi fino all’attacco delle radici. Successivamente, passalo sotto l’acqua corrente e puliscilo delicatamente. A questo punto, puoi decidere di affettarlo a forma di mezza luna o a striscioline, al fine di ottenere dei pezzetti molto sottili. Questo modo di tagliare il porro è particolarmente adatto se lo si vuole gustare a crudo.

Se necessiti di rondelle intere, ma il porro è pieno di terra, puoi anche procedere all’inverso: taglia il gambo come desiderato e poi sciacqua gli anelli di porro in una ciotola o in un colapasta. Durante questa operazione, presta attenzione alla resina presente tra le foglie del porro, poiché diventa appiccicosa al contatto con l’acqua.

Ricette adatte

Consigli adatti

Contenuti adatti

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!