Tutto sul cavolfiore

Così come il cavolo riccio, anche il cavolfiore è tornato alla ribalta. Mentre ultimamente il cavolo riccio è amato come ingrediente di frullati e chips, il cavolfiore, invece, viene sempre più impiegato nell’impasto per la pizza. Le ricette tradizionali consigliano di gratinare il cavolfiore, di frullarlo per preparare zuppe e vellutare oppure di bollirlo. Se si rinuncia a condirlo con salse a base di panna o di formaggio, questo ortaggio risulta essere un alleato di ogni dieta, poiché contiene poche calorie.

Il cavolfiore, inoltre, conta meno carboidrati del riso e non contiene glutine: per queste sue qualità nutrizionali è diventato il protagonista della cucina low-carb. Il cosiddetto finto riso di cavolfiore è una buona alternativa alle patate nell’impasto delle crocchette e, in molte ricette, è persino impiegato come sostituto della farina. Tuttavia il cavolfiore è un alimento interessante anche per chi non ha bisogno di seguire una dieta ferrea o per chi soffre di intolleranza al glutine: è facilmente digeribile, può essere abbinato a tanti tipi di verdure, alla carne e al pesce. 

Food Facts Food Facts

Il cavolfiore 

Famiglia Brassicacee
Calorie 26 kcal per 100 g
Valori nutrizionali 2,3 g di carboidrati, 2,4 g di fibre, 0,3 g di grassi, 2,4 g di proteine per 100 g
Stagionalità da metà maggio a metà novembre
Conservazione nel frigorifero
Durata fino a 10 giorni

Bianco, viola e verde: i tanti colori del cavolfiore

Come tutte le altre qualità di cavolo, anche il cavolfiore è originario del bacino del Mediterraneo. Oggi è apprezzato in tutto il mondo: è largamente coltivato persino in India. I tipi di cavolfiore più conosciuti sono quelli bianchi o tendenti al giallo, ma esistono anche quelli viola oppure verdi. I diversi colori del cavolfiore dipendono dall’esposizione al sole, poiché alcuni tipi di questo ortaggio non sono del tutto avvolti dalle foglie esterne. Il cavolo romano e i broccoli sono strettamente imparentati con il cavolfiore. 

Il cavolfiore: acquisto, conservazione e preparazione

La stagionalità del cavolfiore è piuttosto estesa, dato che va dalla primavera all’autunno. Inoltre, il cavolfiore si mantiene fresco a lungo, ma non tanto quanto le altre specie di cavolo. Dunque, quando stai per acquistarlo, bada che le cimette siano solide e che le foglie siano visibilmente fresche. Il cavolo non deve avere alcuna macchia nera e il suo profumo deve essere delicato e piacevole.

Per evitare che marcisca troppo in fretta, sarebbe meglio utilizzarlo poco tempo dopo l’acquisto. Se, invece, devi conservarlo per alcuni giorni, rimuovi le foglie esterne e riponilo nel frigorifero. Non lavarlo o inumidirlo prima di conservarlo altrimenti l’umidità in eccesso potrebbe far deperire il cavolo rapidamente. Il metodo migliore per conservare a lungo il cavolfiore è quello di congelarlo. Per eseguire correttamente questo passaggio, pulisci il cavolfiore, lavalo e fallo sbollentare per un paio di minuti; in seguito chiudilo in un contenitore ermetico e riponilo nel freezer.

Il tipico odore sprigionato dal cavolfiore durante la cottura può essere addolcito se aggiungi all’acqua di cottura un paio di foglie di alloro; inoltre, un goccio di latte aiuta a mantenere inalterato il colore bianco della verdura. Il modo più classico per servire il cavolfiore è con un po’ di burro fuso o della besciamella. Spesso il cavolfiore è accompagnato dalle patate, intere o già affettate. Le ricette più innovative a base di cavolfiore consigliano di grattugiarlo e di mescolarlo alle uova e di preparare un impasto per la pizza oppure di soffriggerlo e servirlo al posto del riso. Questi due nuovi modi di cucinare il cavolfiore rappresentano un’ottima possibilità per integrare, nella propria dieta, verdure ipocaloriche e ricche di sostanze nutritive.

Ricette adatte

Consigli adatti

Contenuti adatti

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

culinariaSpeichernFehlgeschlagen