La prugna: un frutto squisito

La stagione delle prugne inizia ad agosto e ci accompagna fino all'autunno, addolcendo la nostra estate con la sua delizia dal colore blu-viola. Molti ritengono che prugne e susine siano la stessa cosa: si tratta naturalmente di parenti stretti, ma non sono poche le differenze che intercorrono tra le due drupe. Le prugne si riconoscono per la forma piuttosto allungata e la buccia liscia priva di tacche laterali. Inoltre le prugne sono di colore blu-scuro o quasi nero, mentre le susine sono rossicce.

FOODFACTS FOODFACTS

La prugna

Famiglia Rosacee
Calorie 43 kcal per 100 g
Valori nutrizionali 8,8 g di carboidrati, 2,3 g di fibre, 0,1 g di grassi, 0,6 g di proteine per 100 g
Stagionalità Da agosto a ottobre
Conservazione In frigorifero
Durata Circa 1 settimana

L'apporto nutrizionale della prugna

Dovrebbe bastare questo motivo per scegliere le prugne: sono semplicemente deliziose. Ma il sapore è solo uno degli elementi che rendono questo frutto così speciale. Di fatto non contengono grassi e sono un vero toccasana, poiché traggono la loro dolcezza solo dal fruttosio. L'elevato contenuto di fibre, inoltre, le rende molto utili come stimolo per la digestione.

Taglio e preparazione della prugna

Diverse proprietà rendono questo frutto particolarmente attraente per i pasticceri. Anzitutto le prugne sono molto semplici da tagliare e tritare, perché la polpa si separa facilmente dal nocciolo. Inoltre, contenendo una quantità d'acqua relativamente piccola, mantengono forma e consistenza su una torta di frutta, senza rischiare di inzupparne la base. Il loro sapore leggermente acido, infine, crea un contrasto ideale con il dolce dell'impasto. Per queste stesse ragioni le prugne sono perfette per la preparazione, tra le altre cose, di marmellata e chutney.

Fresca e locale: la prugna al suo meglio

Le prugne sono il massimo appena colte dall'albero, ma non tutti hanno un prugno in giardino. Non c'è tuttavia ragione di disperarsi: i frutti provenienti da colture regionali sono altrettanto buoni, poiché non devono affrontare lunghi viaggi e possono rimanere sulla pianta fino alla completa maturazione. Durante la stagione vale dunque la pena di acquistare prugne locali. Nel mercato internazionale la produzione locale di prugne è comunque inferiore rispetto a quella di altri paesi: i leader europei in questo campo rimangono Germania e Romania.

La prugna fresca: come riconoscerla

Le prugne fresche si riconoscono dalla buccia liscia e compatta e dal loro colore intenso. La patina bianca sulla buccia è una protezione naturale e garantisce una maggiore durata dei frutti, motivo per cui è meglio lavarli solo poco prima di consumarli. E se gran parte dello strato protettivo è ancora presente al momento dell'acquisto, vuol dire che le prugne sono state trattate con particolare cura.

Ricette adatte

Consigli adatti

Contenuti adatti

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

Qualcosa è andato storto durante il salvataggio!