Filtrare e passare: somiglianze e differenze

Nonostante passare e filtrare abbiano in comune l’obiettivo di ottenere pietanze ben amalgamate, i due processi sono, ad ogni modo, diversi tra loro. Passare un alimento, sia esso solido oppure liquido, significa creare un composto omogeneo, ad esempio, con l’aiuto di un frullatore ad immersione che sminuzza perfettamente ogni ingrediente, mescolando dunque la componente fluida con quella solida. In questo modo vengono preparate zuppe, verdure o succhi di frutta.

Al contrario, filtrare serve a separare la componente solida da quella fluida. Ad esempio, se stai preparando un brodo di vitello con la carne, le verdure e le erbe aromatiche, sarebbe meglio filtrarlo poi con un colino, in modo tale che sia limpido e privo di ogni impurità. Nel caso volessi invece preparare una salsa di frutta senza semini fastidiosi, filtrala con un normale passino, affinché rimangano solo i pezzetti più piccoli.

Consiglio FOOBY Consiglio FOOBY

A volte, soprattutto nel caso in cui si desideri preparare una salsa di mele o di frutta, potrebbe essere necessario prima passare e poi filtrare, al fine di ottenere un composto più omogeneo e pulito. Tuttavia questo processo non è sempre fondamentale, soprattutto se gli ingredienti sono stati bolliti molto bene. Se stai preparando una salsa più fluida, invece, passarla prima di filtrarla potrebbe rivelarsi deleterio e il colino potrebbe ostruirsi rapidamente.

Filtrare: per zuppe e salse perfette

Per rimuovere i residui più consistenti come le foglie di alloro o le verdure da una salsa, usa semplicemente un passino, mentre per chiarificare un composto e quindi renderlo più godibile, la cosa migliore da fare è filtrarlo attraverso un setaccio a maglie fini o un canovaccio di cotone. La stessa cosa vale quando prepari una gelatina: sii sicuro di filtrare il succo con un passino per rimuovere tutti i pezzi di frutta.

Filtrare: come ottenere salse cremose

Se la salsa che stai preparando non dev’essere particolarmente fluida, puoi servirti semplicemente di un normale passino come nel caso di salse di pomodoro e di mele. Per rimuovere i pezzettini di buccia e i semini, aiutati usando il cucchiaio, schiacciando il tutto sul passino, oppure passa il composto con il frullatore ad immersione prima di filtrarlo. Per ottenere una miscela più cremosa e per legare al meglio la tua salsa, frulla il composto aggiungendo anche altre verdure.

Come preparare la passata di pomodoro

La passata di pomodoro è una salsa, privata dei semini e della buccia del frutto. La puoi preparare in casa oppure più semplicemente puoi trovarla al supermercato in cartone, in lattina o in bottiglia. Se preferisci la prima opzione, riduci i pomodori a dadini e cuocili per qualche minuto. Puoi anche sbucciarli prima di sminuzzarli, ma potresti risparmiarti questa fatica poiché, a fine cottura, dovrai ad ogni modo filtrare la miscela con un passino o un passaverdure. Il passaverdure è utile anche per preparare altri cibi come mousse o pappe per bambini. In generale, ricorda che se non hai la possibilità di filtrare propriamente, puoi sempre usare il metodo del cucchiaio e del passino, come già accennato precedentemente.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!