Informazioni sulla segale

La segale è un cereale resistente e necessita di poche cure. Sopporta temperature fino ai –25 gradi e inizia a crescere già a 1–3 gradi, persino in un terreno asciutto. I prodotti da forno a base di segale sono più compatti e croccanti rispetto a quelli realizzati con le altre farine ed è forse per questo motivo che la popolarità di questo cereale stenta a progredire. Ad ogni modo, i prodotti a base di segale biologica hanno un sapore deciso, un alto potere saziante e si mantengono freschi a lungo.

Il pane di segale, come ad esempio il pane nero, è ricco di vitamina E, acido folico e fibre alimentari. La farina di segale non è priva di glutine, per questo i soggetti affetti da celiachia dovrebbero evitarne il consumo. In passato si usava la segale anche per la produzione di birra: oggi viene invece principalmente utilizzata come ingrediente per i liquori come il Korn e la vodka, a cui dona un sapore gradevole e delicato. La segale, sotto forma di semolino o in fiocchi, è adatta anche alla preparazione di minestre invernali, porridge, muesli e altre pietanze per la colazione.

Foodfacts Foodfacts

La segale

Famiglia

Poacee

Calorie

319 kcal per 100 g

Valori nutrizionali

60,7 g di carboidrati, 13,2 g di fibre, 1,7 g di grassi, 8 g di proteine per 100 g

Stagionalità

Disponibile tutto l’anno

Conservazione

In un luogo fresco e asciutto

Durata

Se ben conservata, per diversi anni

La segale: origine e caratteristiche

La segale è una pianta coltivata fin dall’antichità, originaria del Medio Oriente; ora tuttavia, la maggior parte della produzione di questo cereale avviene in Russia e in Germania. La varietà più coltivata è la segale invernale, seminata nel mese di settembre, più redditizia della varietà primaverile. Entrambe le varianti presentano una spiga lunga e sottile in cima alla pianta, su cui maturano circa 40 chicchi.

In cucina la segale viene utilizzata macinata per preparare il pane e viene spesso miscelata con altre farine, come quella di grano e quella di farro. Dato che, tuttavia, queste farine hanno caratteristiche diverse, in un impasto con il 40 per cento circa di farina di segale, bisognerà aggiungere il lievito madre, per evitare che il pane risulti troppo duro. Gli impasti a base di farina di segale, inoltre, sono poco densi ed è necessario quindi cuocerli in una teglia da forno ad una temperatura iniziale molto elevata.

Idee per preparare la segale

La segale non è utilizzata esclusivamente per preparare diverse varietà di pane nero, ma si presta anche ad altri usi. Un’idea deliziosa, anche se richiede un po’ di tempo, è sicuramente quella di un gratin vegano con segale, tofu e verdure. Fai ammorbidire la segale per una notte in acqua fredda e poi cuocila nella stessa acqua in una pentola con coperchio per circa un’ora. Scola e fai raffreddare un po’, quindi aggiungi finocchi tritati, tofu e pomodori secchi e poni il tutto in una teglia da forno, nella quale aggiungerai cipolle rosolate, aglio, latte di soia, lievito alimentare in scaglie, senape, maggiorana, timo, sale e pepe. Dopo 20 minuti di cottura al forno, questo saporito gratin sarà pronto per essere servito.

La segale, sotto forma di fiocchi, dà una marcia in più al muesli della colazione. Puoi mescolare la segale ad altri cereali e ottenere sia il porridge, sia aggiungere latte o yogurt e, volendo, la tua frutta fresca o secca preferita e gustare così un muesli ricco e saziante grazie all’alto contenuto di fibre alimentari.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!