Informazioni sulla pastinaca

Una volta, la pastinaca era un cardine dell’alimentazione di tutti i giorni, a causa del suo alto potere saziante e dei molti nutrienti in essa contenuti. Con l’ascesa del consumo di patate nel XVIII secolo, tuttavia, il ruolo della pastinaca nell’alimentazione è divenuto via via marginale, finendo con l’essere quasi completamente sostituita con le patate. Ora però la pastinaca è tornata e siamo tutti felici di assaporare nuovamente il suo gusto dolce e lievemente nocciolato. Come verdura da preparare al forno, gratinata, in insalata o come ingrediente per una deliziosa zuppa, la pastinaca si presta a tantissime ricette invernali.

Food Facts Food Facts

La pastinaca

Famiglia

Apiacee

Calorie

63 kcal per 100 g

Valori nutrizionali

12 g di carboidrati, 2,1 g di fibre, 0,4 g di grassi, 1,3 g di proteine per 100 g

Stagionalità

Da ottobre a marzo circa

Conservazione

In frigorifero 

Durata

Al massimo 2 settimane

La pastinaca: la radice invernale

La stagione della pastinaca inizia in autunno: questa radice è un classico delle stagioni più fredde. Le pastinache raccolte dopo il primo gelo hanno in genere un sapore più delicato. Queste radici sono molto resistenti al freddo e, a meno che il terreno non si ricopra di ghiaccio, possono essere raccolte durante tutto l’inverno. La raccolta può avvenire anche nei mesi successivi perché, con una temperatura intorno ai 0 gradi, la pastinaca si mantiene fino a marzo. Fino a pochi anni fa la pastinaca era considerata un alimento esotico, mentre oggi fa spesso parte dell’assortimento standard dei negozi.

Appena raccolta, la pastinaca sprigiona appieno il suo sapore, con la sua consistenza croccante e il suo aroma inebriante. La pastinaca fresca è facilmente riconoscibile dalla superficie solida e compatta e dalla facilità con cui può essere spezzata. Le radici più piccole e sottili sono di solito le più saporite mentre quelle più grandi tendono ad avere una consistenza leggermente legnosa. La pastinaca si conserva in frigorifero. Premurati di rimuovere l’imballaggio, di lavarla e di riporla nel cassetto delle verdure; in questo modo potrai conservarla anche per una o due settimane.

Cucinare la pastinaca

La pastinaca è presente in innumerevoli ricette. Puoi preparare la pastinaca allo stesso modo delle carote. Prima della cottura, la pastinaca va pelata e privata delle estremità, per poi essere tagliata come più preferisci, ad esempio a dadini, a strisce o a fette oppure grattugiata. La pastinaca è deliziosa se scottata in padella, fatta fritta, al forno o bollita in acqua salata. Cruda può essere aggiunta a un’insalata verde o abbinata a carote e mele. Così consumata conserva al suo interno i suoi preziosi nutrienti, quali potassio e vitamina C.

Le ricette più tipiche con la pastinaca includono gratin, zuppe e stufati. Tagliata a listarelle, condita con aromi piccanti e poi fritta è anche un’ottima alternativa alle patatine. La pastinaca al forno con carote e barbabietole, invece, rappresenta un contorno ideale ai tuoi piatti di carne. La zuppa di pastinaca è perfetta come antipasto, mentre, aggiungendo prosciutto o salmone affumicato, avrai un primo piatto sano e succulento. Questa rapa gustosa, nutriente e versatile è davvero tornata alla ribalta nella cucina contemporanea.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

culinariaSpeichernFehlgeschlagen