Il cavolo rapa dal punto di vista botanico

Come suggerisce il nome, il cavolo rapa ha origine dall’incrocio tra la rapa bianca e il cavolo selvatico. Il suo sapore ricorda molto l’aroma delicato della rapa, ma cresce sulla superficie del terreno come il cavolo. Il cavolo e il cavolo rapa appartengono alla stessa famiglia botanica, tuttavia sono piante molto diverse fra loro: il cavolo rapa è una pianta biennale dal fusto solido e ingrossato e non è avvolta dalle foglie come il cavolo bianco.

Food Facts Food Facts

Il cavolo rapa

Famiglia

Brassicacee

Calorie

30 kcal per 100 g

Valori nutrizionali

4,1 g di carboidrati, 1,6 g di fibre, 0,2 g di grassi, 2,1 g di proteine per 100 g

Stagionalità

Da maggio a ottobre

Conservazione

In frigorifero, a una temperatura dai 0 ai 2 °C

Durata

Fino a 1 settimana

Il cavolo rapa: origine, coltivazione e proprietà

L’origine del cavolo rapa non è del tutto chiara. Tra i suoi possibili luoghi nativi compaiono infatti sia il bacino del Mediterraneo che l’Asia Minore. Ad ogni modo, le prime prove a testimoniare l’esistenza di questa verdura si trovano in Europa e risalgono al XVI secolo. Il cavolo rapa non richiede particolari cure e cresce specialmente in Europa Centro-Occidentale, a diverse latitudini. In Svizzera, fuori stagione, il cavolo rapa viene spesso coltivato nelle serre.

Esistono diversi tipi di cavolo rapa che si differenziano tra loro soprattutto per il colore: il più comune è di un tenue verde chiaro, ma lo si può trovare anche nella sua versione viola o blu. Sotto la buccia si nasconde la polpa soda, succosa e a volte un po’ legnosa dal sapore intenso, dolce e aromatico che richiama un po’ quello del cavolo. Se cotto, il gusto del cavolo rapa risulta più delicato. Il bulbo fresco si distingue da uno troppo maturo se presenta ancora le foglie doppie e di un colore verde scuro. Tuttavia il cavolo rapa con le foglie non è da preferire soltanto per motivi legati alla freschezza: le foglie infatti sono commestibili e contengono molte sostanze nutritive.

Come conservare correttamente il cavolo rapa

Il cavolo rapa non è particolarmente sensibile alle basse temperature, al contrario: il ripiano più basso o quello più freddo del frigorifero sono perfetti per questa verdura che, conservata nel modo giusto, resta fresca e croccante per una settimana intera. Potresti anche prolungare i tempi di conservazioneavvolgendo il bulbo in un panno da cucina umido e pulito prima di riporlo nel frigorifero. Un altro trucco per garantirne a lungo la freschezza, consiste nel rimuovere le foglie e conservarle in un sacchetto di plastica o in un contenitore a parte, nel cassetto delle verdure del frigorifero.

Il cavolo rapa: nella minestra o al forno?

Il cavolo rapa è una verdura che ha mille possibilità di utilizzo: al contrario del cavolo, suo parente stretto, può essere mangiata cruda grazie alla sua alta digeribilità e al suo sapore delizioso. Ad esempio, una crudité di cavolo rapa tagliato a listarelle sottili e intinto nel formaggio fresco o in un condimento speziato è un antipasto davvero delizioso, ma lo si può gustare anche in insalata con l’aggiunta di carote o di barbabietola. Se il cavolo rapa viene cotto a fuoco lento, invece, è un ingrediente perfetto per la zuppa di verdure o per accompagnare pietanze a base di pesce.

Naturalmente, il cavolo rapa si presta perfettamente anche a preparazioni più creative: se desideri cucinare la lasagna, ma hai dimenticato di comprare la pasta, puoi preparane una altrettanto squisita, sostituendo la pasta con delle fettine sottili di cavolo rapa. Puoi anche cucinare delle deliziose chips per una versione più povera di grassi e di calorie delle classiche patatine. Per prepararle, affetta il cavolo rapa in piccoli bastoncini, irrorali con dell’olio vegetale e condiscili con sale, pepe, peperoncino e curry. Successivamente cuoci le chips di cavolo rapa al forno, a 200 gradi e per circa 25 minuti, fino a che non saranno dorate. Se ti piace la cucina vegetariana, puoi anche impanare delle fettine di questa verdura e trasformarle in deliziose cotolette vegane.

Il cavolo rapa: povero di calorie, ma ricco di sostanze nutritive

Se desideri seguire un’alimentazione equilibrata e ricca di fibre, allora questa verdura fa proprio per te: il cavolo rapa è ipocalorico ed è una buona fonte di fibre. Il cavolo rapa è ricco di vitamina C, valida alleata del sistema immunitario, e di beta-carotene, precursore della vitamina A, fondamentale per preservare una buona vista. Per giunta, il cavolo rapa dà al corpo un sostanzioso apporto di potassio, sale minerale che contribuisce al corretto funzionamento di nervi e muscoli.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

culinariaSpeichernFehlgeschlagen