Informazioni utili sulla carota

La carota, Daucus carota, deve il suo nome alla parola greca Karotón. In seguito alla reintroduzione di alcune specie antiche, lo spettro di colori assunti oggi da questa radice è piuttosto ampio: accanto al tradizionale colore arancione si trovano anche carote di colore giallo, bianco, rosso e persino lilla. La carota è un’ottima fonte di vitamina A e di beta-carotene. Per godere al massimo di questi principi e fare in modo che il nostro organismo li assuma in maniera ottimale si consiglia di cucinare le carote e insaporirle con un condimento grasso come olio o burro.

Food Facts Food Facts

La carota

Famiglia

Apiacee

Calorie

40 kcal per 100 g

Valori nutrizionali

6,6 g di carboidrati, 2,6 g di fibre, 0,3 g di grassi, 0,8 g di proteine per 100 g

Stagione

In Svizzera, da giugno ad aprile

Conservazione

Al riparo dalla luce, in frigorifero o in cantina

Durata

Da 2 a 4 settimane

La carota: origini e varianti in commercio

Le carote che si trovano in commercio sono la versione domesticata delle carote selvatiche, appartengono alla famiglia delle Apiacee e sono originarie del continente asiatico. Si pensa che in origine questa radice fosse quasi nera e che venisse consumata già a partire dall’età della pietra. Secondo queste teorie quindi, la carota sarebbe tra gli ortaggi più antichi del mondo ed è, ancora oggi, diffusa e consumata su tutto il pianeta. La carota si può impiegare in cucina nei modi più disparati ed è inoltre disponibile durante tutto l’anno. Questa radice dovrebbe risultare sempre croccante e dalla consistenza robusta. Se viene acquistata insieme alle foglie, queste devono essere di un bel verde brillante. Se la carota è molle, secca o macchiata ne è sconsigliato il consumo.

Si può trovare in mazzetti con le foglie specialmente la carota «novella», dolce e croccante e con la radice a punta. Se non vuoi consumarla subito, è consigliato conservarla senza la parte verde poiché sottrae acqua alla radice, facendola seccare più velocemente. Le varianti della carota disponibili solo nei mesi invernali sono di solito più grosse e si trovano in commercio già pulite e in un sacchetto di plastica. Anche queste possono essere conservate nel cassetto del frigorifero dedicato alle verdure, ma bada prima a gettare via il sacchetto per evitare che la condensa favorisca la nascita di muffe.

La carota: consigli per la preparazione

A seconda della quantità di terra che ricopre la carota, potrai decidere se pelarla o soltanto pulirla con cura. Per pelarla si consiglia comunque l’uso di un pelapatate, in modo da privarla di uno strato quanto più fine possibile e quindi non perdere tutte le fibre che la buccia contiene. Dopo averla pulita puoi gustarla cruda in insalata, a dadini in una zuppa, saltata in padella, oppure centrifugata. Questa radice dal gusto dolce è ottima anche nelle torte e altri prodotti da forno.

La carota è ipocalorica e può essere per questo combinata anche con condimenti grassi, come l’olio o il burro. Deliziosa è la vellutata di carote: le radici andranno prima bollite in brodo, poi frullate e completate con, ad esempio, della panna. Aggiungendo alla vellutata così preparata della cannella o del curry otterrai un perfetto antipasto dal sapore esotico. Da provare assolutamente è anche la torta di carote: mescolando carote grattugiate, uova, mandorle, farina, zucchero e qualche spezia, otterrai una torta ricca di sapore, che contiene anche molte sostanze nutrienti, grazie alle carote e alle mandorle.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

culinariaSpeichernFehlgeschlagen