La quinoa: lo pseudocereale senza glutine

Molti ritengono che questi semi dal sapore analogo a quello della noce siano dei cereali. La quinoa, invece, appartiene alla stessa famiglia degli spinaci e della barbabietola, ossia a quella delle Amarantacee. I chicchi possono essere bianchi, gialli o rossi, crescono su una pianta dell’altezza di un uomo e alla vista sembrano davvero dei cereali. Eppure non lo sono: ecco perché la quinoa è molto adatta per chi soffre di celiachia. Le foglie di questa pianta possono essere utilizzate come verdura o come insalata.

 

Food Facts Food Facts

La quinoa

Famiglia

Amarantacee

Calorie

343 kcal per 100 g

Valori nutrizionali

58,5 g di carboidrati, 6,6 g di fibre, 5 g di grassi, 13,8 g di proteine per 100 g

Stagionalità

Reperibile tutto l’anno

Conservazione

 

In contenitori ermetici, in luogo asciutto e buio, a temperatura ambiente

Durata

Consultare la data di scadenza riportata sulla confezione

La quinoa: origine e coltivazione

Questo pseudocereale viene coltivato da circa 6’000 anni e ha le sue origini in Sudamerica: in effetti la quinoa è stata per lungo tempo alla base dell’alimentazione delle popolazioni andine. D’altronde, quasi nessun’altra pianta sembra resistere così bene alle asperità di quelle altezze. Nel XVI secolo gli spagnoli giudicarono la quinoa come «anticristiana», dunque ne vietarono la coltivazione e la bandirono. La quinoa finì così rapidamente nel dimenticatoio. In seguito alla sua recente riscoperta, però, l’esportazione di quinoa ha registrato e continua a registrare una costante crescita. Viene coltivata perlopiù in Perù, in Bolivia e in Ecuador.

La quinoa: uno pseudocereale sano e ipocalorico

La quinoa è il superfood per eccellenza. Diamo uno sguardo ai valori nutrizionali della quinoa: contiene il doppio delle proteine rispetto al riso e fornisce al corpo il giusto fabbisogno di aminoacidi, sostanze vitali per la nostra salute. La quinoa offre l’adeguato apporto di carboidrati complessi che agiscono positivamente sulla glicemia e tengono a bada il senso di fame. Degna di nota è anche l’alta concentrazione di sali minerali, oligoelementi e vitamine.

La quinoa: preparazione di un ingrediente versatile

La quinoa è sana, molto versatile e si sposa con qualsiasi condimento. Soffiata o in fiocchi è ottima da aggiungere al tuo muesli. A crudo, invece, dà brio alle tue insalate. Cotta si presta bene come accompagnamento a piatti di carne o di pesce e può essere anche utilizzata in impasti per polpette. Con la farina di quinoa si può preparare del pane senza glutine, muffin, omelette o pasta. Dalla quinoa si può addirittura distillare della birra senza glutine. Mescolandola con banane e arance, si ottengono degli ottimi frullati.

Cosa fondamentale è ricordarsi sempre di lavare i semi con dell’acqua al fine di eliminare le fibre amare. Calcola poi due parti di acqua e una di quinoa e porta il tutto ad ebollizione. Non lasciarla cuocere per più di 10 minuti, sempre a fuoco lento. Lasciala riposare per un quarto d’ora.

Related Tags

Ricette con la quinoa

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!