La noce di cocco: valori nutrizionali e possibilità di utilizzo

Il cocco è un tuttofare: mantiene, ad esempio, a lungo il senso di sazietà, evitando così gli attacchi di fame. Nonostante le calorie del cocco non siano poche, può essere comunque un valido aiutante nelle diete dimagranti. Quelli del cocco, infatti, sono acidi grassi a catena media come l’acido laurico che ha funzione antimicrobica ed è facilmente metabolizzato dal nostro organismo. La polpa della noce di cocco è composta per circa il dieci per cento da fibre che favoriscono la digestione. L’acqua di cocco, con i suoi tanti sali minerali come il potassio, il calcio, il ferro e il sodio, può essere utilizzata dagli sportivi addirittura come bevanda isotonica poiché apporta al corpo molti sali minerali.

Food Facts Food Facts

La noce di cocco

Famiglia

Arecaceae

Calorie

500 kcal per 100 g

Valori nutrizionali

16 g di carboidrati, 9,5 g di fibre,
42 g di grassi, 8,9 g di proteine per 100 g

Stagionalità

Disponibile tutto l’anno

Conservazione

In un luogo fresco e asciutto

Durata

Da 2 a 8 settimane se intera; da 2 a 3 giorni se aperta e chiusa in un contenitore ermetico

Origine e coltivazione della noce di cocco

Si pensa che la noce di cocco sia originaria della Melanesia, arcipelago nel Sudpacifico. Dal loro luogo di origine, le noci di cocco si sono diffuse praticamente da sole: esse galleggiano e, se cadono in mare, possono essere trasportate dalla corrente per migliaia di chilometri. Se approdano su una spiaggia calda e soleggiata, mettono lì le loro radici. In questo modo, le noci di cocco si sono diffuse in molti paesi del sudest asiatico e in Africa. La diffusione in Sudamerica è invece avvenuta grazie all’uomo. Oggi il cocco viene coltivato particolarmente in Thailandia, in Vietnam, nelle Filippine, in Brasile e in Sri Lanka.

Le noci di cocco crescono sulle palme da cocco. Le palme hanno bisogno di un clima caldo e umido e non resistono ai climi freddi. Sono robuste e hanno un solido apparato radicale in modo da resistere a tempeste e inondazioni. Una palma da cocco può raggiungere l’altezza di 30 metri, le foglie possono arrivare a misurare fino a 7 metri. Perché una noce di cocco maturi ci vogliono dai 12 ai 15 mesi. Una palma da cocco può produrre fino a 80 noci in un anno.

Spesso le noci di cocco vengono raccolte quando sono ancora acerbe e verdi. Se cadono spontaneamente dall’albero sono avariate.

La noce di cocco: spaccarla una volta, per tante ricette

Come si apre una noce di cocco? Spaccare una noce di cocco suona più complicato di quello che è: hai solo bisogno di un martello. Con la parte appuntita del martello dai qualche colpo su tutta la superficie della noce e questa si aprirà quasi da sola. Per provare la splendida sensazione di essere in vacanza, fai un buco sulla noce aiutandoti con un cacciavite e un martello e bevine il succo direttamente con una cannuccia: sarà come ritrovarsi sulle spiagge delle Hawaii. Per gustare il cocco così com’è, puoi bere l’acqua del frutto e poi estrarre la polpa con il cucchiaio. Puoi tagliare la polpa a strisce o a cubetti. È perfetta per essere usata in macedonie o nei dolci. L’acqua di cocco rende i cocktail e le creme rinfrescanti e fruttate.

Il denso latte di cocco viene ricavato dalla polpa tritata del frutto. Si presta molto bene alla preparazione di curry, zuppe e frullati. Dalla spremitura della polpa del cocco viene ottenuto l’olio di cocco. L’olio di cocco spremuto a freddo ha le stesse sostanze della polpa e, date le sue tante vitamine, in particolare la vitamina E, i sali minerali e gli oligoelementi, è un’ottima alternativa agli altri oli.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

Qualcosa è andato storto durante il salvataggio!