Il lucioperca: una prelibatezza che non arriva da lontano

Il lucioperca appartiene alla famiglia dei Percidi e vive principalmente nei fiumi e nei laghi europei e del Nord America. Pur essendo un pesce di acqua dolce, è possibile trovare il lucioperca anche nelle acque salmastre del Mar Baltico. Il lucioperca ha un corpo allungato, lungo in media tra i 40 e i 60 centimetri per circa 1,5 chili di peso. Il lucioperca selvatico viene pescato principalmente tra maggio e giugno e tra settembre e dicembre, ma si ricorre sempre più agli esemplari provenienti da allevamento, in modo da poter disporre di questo pesce durante tutto l’anno, sia fresco che surgelato.

Foodfacts Foodfacts

Il lucioperca

Famiglia

Percidee

Calorie

90 kcal per 100 g

Valori nutrizionali

0 g di carboidrati, 0 g di fibre, 0,7 g di grassi, 19 g di proteine ​​per 100 g

Stagionalità

Tutto l'anno

Conservazione

In frigorifero da 0 a 2 °C, oppure in congelatore a –18 °C

Durata

1 giorno in frigorifero; 5 mesi nel congelatore

Il lucioperca: ricco di proteine e di vitamine del gruppo B

Il lucioperca non è amato solo per il suo sapore, ma anche per le sue proprietà: si tratta infatti di uno dei pesci commestibili più magri, con meno di un grammo di grasso per 100 grammi. Oltre ad avere pochissime calorie, il lucioperca contiene molte proteine che incidono positivamente sul potere saziante di questo pesce, oltre a contribuire al buon mantenimento della muscolatura del nostro corpo. Il lucioperca contiene inoltre le vitamine B1 e B2, importanti per il funzionamento del sistema nervoso e del metabolismo.

Spinare il lucioperca con l’incisione a V

La carne del lucioperca è caratterizzata da una consistenza particolarmente solida e dalla presenza di poche spine, tra l’altro rimovibili facilmente con la cosiddetta incisione a V. Nel filetto di lucioperca, le spine laterali si trovano al centro, tra le due linee rosse visibili sulla superficie del filetto. Per capire dove si trovino esattamente le spine è sufficiente tastare con le dita: a questo punto ti sarà sufficiente effettuare due tagli con un coltello ben affilato, uno alla destra e uno alla sinistra delle spine, facendo convergere i due tagli verso il centro e prestando attenzione a non tagliare tutto il filetto. Le spine del lucioperca si trovano solo nella parte superiore del pesce, quindi solo lì dovrai effettuare l’incisione a V.

Il lucioperca fritto: ecco come prepararlo

Hai a disposizione diverse alternative per cucinare il lucioperca. Una modalità particolarmente gustosa consiste nel lavare, tamponare leggermente per eliminare l’acqua in eccesso e condire il pesce per poi friggerlo in una padella con poco olio. Il lucioperca sarà ancora più gustoso se cucinato con la pelle: in questo modo la carne rimarrà più succosa e compatta, nonostante la temperatura elevata. Cuoci il lucioperca dal lato della pelle per circa cinque minuti fino a doratura e poi giralo, continuando la cottura per altri tre minuti. Se prediligi i metodi di cottura più leggeri, puoi cucinare il filetto di lucioperca anche alla griglia o al vapore: sarà squisito in tutti i modi.

Servire il lucioperca in modo creativo

Il gusto delicato del lucioperca si sposa piacevolmente con una grande varietà di contorni, come ad esempio con gli asparagi verdi o bianchi, oppure con le patate e la salsa olandese. Un altro modo per servire questo pesce è con una leggera salsa al vino bianco e con delle tagliatelle, oppure in insalata con avocado, feta e pomodori, oppure infine, in ricette orientali con salse agrodolci o piccanti.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Questo ricettario esiste già.

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

culinariaSpeichernFehlgeschlagen